set 29, 2016 - Fantascienza, Film    No Comments

Moon

moon-poster

Dopo aver recensito nel mio blog praticamente tutti i film recenti di Duncan “Zowie Bowie” Jones (che poi sono solo 2, Source Code e Warcraft l’inizio), non posso esimermi dallo scrivere qualcosa anche del primo lungometraggio, il piccolo capolavoro Moon. In realtà Jones, prima di Moon, aveva già armeggiato dietro la macchina da presa, realizzando il cortometraggio Whistle, ma Moon è stato il primo vero film. E fa un certo effetto vedere come il primo film del figlio del compianto uomo delle stelle David Bowie si svolga proprio nello spazio, sulla luna.

Andiamo alla storia.

Si parte con l’astronauta Sam Bell che è l’unico occupante della base mineraria Sarang, di proprietà della Lunar Industries. Sulla Luna viene estratto elio-3, tramite macchine automatiche, elio-3 che poi viene spedito sulla Terra. Il compito dell’astronauta di turno è quello di supervisionare per tre anni il funzionamento della base e, al termine del contratto, tornare sulla Terra. La ripetitiva vita quotidiana di Sam è supportata dall’intelligenza artificiale Gerty, che gestisce, di fatto, la base stessa. Sam può comunicare con la Terra, ma, a causa di un guasto che si è verificato praticamente al suo arrivo sulla Luna, le comunicazioni non possono avvenire in diretta, ma è possibile solamente uno scambio di messaggi registrati.

Read more »

Maree di mezzanotte

883443031

Eccoci finalmente al romanzo che ci conduce alla “metà” della lunga saga del Libro Malazan dei Caduti di Steven Erikson, Maree di Mezzanotte. Romanzo che, come sempre quando si ha a che fare con Erikson, ci stupisce. Dopo 4 romanzi pubblicati abbiamo due macrolinee narrative che si svolgono su due continenti diversi e se dopo la Casa delle Catene ci aspettiamo di tornare su Genabackis per riprendere le vicende di Anomander Rake, Paran e i restanti Arsori di Ponti sopravvissuti, Kruppe, Gruntle, ecc., lo scrittore canadese ci spiazza con un nuovo continente, una nuova macrolinea narrativa e decine e decine di nuovi personaggi. Per di più Maree di Mezzanotte si svolge prima dei romanzi letti fino ad ora.

Ma andiamo a un breve riassunto della trama. Il continente è quello di Lether che si trova sostanzialente dalla parte opporta del pianeta in cui si svolgono le vicende della saga lette fino ad ora. La maggior parte degli eventi di questo romanzo riguardano l’Impero, umano, di Lether e le tribù dei Tiste Edur, razza molto simile a quella dei Tiste Andii conosciuta nei romanzi precedenti, ma, a differenza di questa, legata all’ombra anziché all’oscurità. L’unico personaggio noto che troviamo in questo romanzo è il Tiste Edur Trull Sengar, che avevamo conosciuto nella Casa delle Catene. In effetti la Casa delle Catene termina con Trull che inizia a raccontare la sua storia al T’lan Imass Onrack e quindi Maree di Mezzanotte potrebbe essere visto come il racconto di Trull, anche se solo una piccola parte del romanzo è dal suo punto di vista.

Read more »

set 20, 2016 - Fantasy, Film, Horror    No Comments

L’ultimo cacciatore di streghe

the-last-witch-hunter_1446023018

Pur essendo, come sempre, una recensione scritta in ritardo rispetto all’uscita al cinema, questa volta ho ridotto i tempi, dato che L’ultimo cacciatore di streghe è un film del 2015. La pellicola è il quarto lungometraggio diretto dal regista Breck Eisner del quale conoscevo solamente l’horror fantascientifico La città verrà distrutta all’alba, remake del 2010 dell’omonimo film del 1973 di George A. Romero. L’ultimo cacciatore di streghe si qualifica come un film fantastico o, addirittura, fantasy urbano e quindi rientra fra i generi che più apprezzo, con un piccolo rischio di fondo: se il fantasy rende bene (a seconda degli autori) nei romanzi, non sempre l’esito è altrettanto positivo al cinema.

Ma veniamo alla storia.

Si parte da un episodio che si svolge in un periodo imprecisato del Medioevo. Un gruppo di cacciatori di streghe di cui fa parte Kaulder (un Vin Diesel con un’insolita lunga barba), dopo aver attraversato a piedi degli impervi picchi innevati, giunge a un gigantesco albero che ospita al suo interno la Regina delle Streghe e i suoi accoliti. L’obiettivo del gruppo è uccidere la Regina che, con le sue arti magiche sta diffondendo la peste fra la popolazione. Le motivazioni della malvagia regina non sono del tutto chiare, comunque, dopo uno scontro in cui molti cacciatori ci lasciano le penne, Kaulder, che impugna una fiammeggiante spada infuocata, riesce a uccidere la Regina, la quale, però lo maledice strappandogli il cuore e condannandolo alla vita eterna.

Read more »

La Casa delle Catene

883443030

Con questo quarto romanzo della saga, la Casa delle Catene, Steven Erikson ci riporta nel continente di Sette Città, riprendendo in mano la macrotrama iniziata nel secondo romanzo. Il lettore che si accinge a leggere questo romanzo conosce ormai molto bene Erikson e sa molto bene che lo scrittore canadese non è facile da affrontare, con il suo insolito stile di scrittura, i tanti, tantissimi personaggi, la trama complessa all’ennesima potenza. Eppure, ancora una volta, Erikson riesce a stupire. Ci aspettiamo che dopo la rivolta di sfondo religioso scoppiata nel continente di Sette Città, con i cittadini Malazan perseguitati e in fuga, la narrazione ci descriva la risposta dell’Impero Malazan. In effetti il romanzo contiene tutto questo, ma l’inizio è tutt’altra cosa.

Read more »

La Grande Caccia

index

E così eccoci alla Grande Caccia, secondo volume della lunghissima saga della Ruota del Tempo.

Dopo un inquietante prologo in cui numerosi Amici delle Tenebre, fra cui anche alcune Aes Sedai, incontrano Ba’alzamon che, evidentemente, non è morto nel finale del precedente romanzo, la narrazione riprende esattamente da dove si era fermata con l’Occhio del Mondo. La fortezza di Fal Dara ove sono riuniti praticamente tutti i personaggi principali viene attaccata da un gruppo di Trolloc e Myrddraal e Padan Fain in un bagno di sangue riesce a evadere, rubando nel contempo il pugnale di Shadar Logoth cui è legata a doppio filo la vita di Mat e il baule contenente il Corno di Valere. Seguitrà a questo evento un incontro fra l’Amyrlin Seat, la sovrana delle Aes Sedai e Rand, appositamente istruito da Lan, durante il quale Siuan Sanche, in compagnia di Moraine, rivela al ragazzo dei fiumi gemelli la sua natura di Drago Rinato.

Read more »

set 12, 2016 - Fantascienza, Film    No Comments

Source Code

Source_Code_Poster

Se il post precedente era di un film del 2010, ora siamo al 2011, con questo Source Code, secondo film di Duncan Jones, se si esclude il cortometraggio Whistle (il primo film fu Moon). Sorce Code è un film di fantascienza che tratta l’argomento dei viaggi nel tempo o, per meglio dire, la continua ripetizione di un dato evento, con la creazione di realtà alternative. Perlomeno, questo è quello che potrebbe sembrare a prima vista.

Il film si basa sulla recitazione del poliedrico Jake Gyllenhaal, protagonista assoluto dell’intera pellicola. Parliamo di un attore che ha recitato nel ruolo di protagonista in pellicole anche molto diverse fra loro quali il cult Donnie Darko, il catastrofico The Day After Tomorrow, il provocatorio I segreti di Brokeback Mountain o il fracassone Prince of Persia. Gyllenhaal è affiancato da una Michelle Monaghan in questa pellicola decisamente sopra le righe e una Vera Farmiga un po’ sprecata.

Di cosa parla Source Code?

Read more »

set 12, 2016 - Film, Horror, Storico    No Comments

Black Death – Un viaggio all’inferno

locandina-black-death-un-viaggio-all-inferno

Quello di vedere in ritardo delle pellicole che sono già da tempo uscite al cinema è ormail il mio destino, ma in questo caso credo di aver superato diversi record, dato che Black Death, film famoso per la partecipazione dell’attivissimo Sean Bean (Boromir del Signore degli Anelli ed Eddard Stark del Trono di Spade) è del 2010.

Black Death è un film inglese, girato da Christopher Smith, un regista che prima di questo titolo si è occupato, più che altro, di film d’orrore, anche se molto probabilmente border line. Black Death è un film ambientato nell’Europa medievale, ai tempi di un’epidemia di peste bubbonica (da cui il titolo), probabilmente in Inghileterra, data la produzione, ma potrebbe svolgersi benissimo in Francia o in Germania. Il protagonista, al contrario di quello che potrebbe sembrare, non è Ulric, il personaggio interpretato da Sean Bean, ma Osmund, un novizio frate già pieno di dubbi, la cui avventura vissuta all’interno del film lo trasformerà completamente.

Andiamo alla trama.

Read more »

set 8, 2016 - Fantasy, Libri, Shannara    No Comments

Shannara terza parte

demone

Come promesso, ecco la terza parte della mia personale recensione dei romanzi di Shannara. In questo gruppo inserisco idealmente tutti i romanzi che vengono prima del Primo re di Shannara, quindi la trilogia del Demone (Il Demone, Il Cavaliere del Verbo e Il Fuoco degli Angeli), scritta fra il 1997 e il 1999, la trologia La Genesi di Shannara (I figli di Armageddon, Gli Elfi di Cintra e L’esercito dei Demoni), scritta fra il 2006 e il 2009 e Le Leggende di Shannara (L’ultimo cavaliere e Il potere della magia), scritti nel 2010 e nel 2011.

La trilogia del Demone si discosta dai restanti libri di questa terza parte e, a dir la verità, si discosta da tutta la restante produzione di Shannara. Si tratta di 3 romanzi urban fantasy che si svolgono ai giorni nostri e che, apparentemente, non hanno alcun legame con la saga principale. In effetti è anche possibile che Brooks li abbia scritti inizialmente non necessariamente con l’obiettivo di ricollegarli alla saga. I 3 romanzi rientrano sicuramente tra la migliore produzione di Brooks in assoluto. La scrittura è diversa, più adulta e brutale e il nuovo genere urban fantasy riesce molto bene allo scrittore di Sterling. Read more »

set 8, 2016 - Fantascienza, Film    No Comments

Falling skies. Arrivati in fondo s’inizia a scavare…

FALLING SKIES

Da amante della fantascienza, mi sono trovato a guardare la serie TV americana, prodotta da Steven Spielberg, Falling skies. Generalmente non amo le serie TV, le trovo opere fatte unicamente per incassare denari, ma, dai, questa è fantascienza, magari è buona.

L’antefatto che ha dato origine alla prima stagione (ne verranno prodotte 5 in tutto, da 10 episodi l’una, 12 la quarta) non è originalissimo, ma comunque valido: degli alieni tecnologicamente avanzatissimi hanno attaccato il pianeta terra e sterminato il 90% della popolazione umana, tentando di schiavizzare il resto. La serie si occupa degli umani sopravvissuti, che devono riorganizzare la propria vita braccati dagli alieni, in un mondo distrutto, senza le comodità nelle quali erano sempre vissuti e continuamente in guerra. Ogni personaggio ha perso qualcuno, la moglie, il marito, i figli, i genitori, ma ugualmente la vita va avanti e la serie ha fin da subito cercato di approfondire i personaggi calati in questo drammatico contesto, totalmente impreparati per affrontarlo e i rapporti che nascono fra di loro.

Detta così, sembra che non sia male. Ecco, anch’io c’ero cascato.

Read more »

set 8, 2016 - Fantasy, Libri    No Comments

La Signora del Lago

9788842926115_la_signora_del_lago

Finalmente il tanto atteso romanzo conclusivo della saga dello strigo Geralt di Rivia, insolita saga composta da 2 raccolte di racconti e 5 romanzi veri e propri.

Cosa dire di questo ultimo romanzo? Se il precedente, La Torre della Rondine, si era rivelato il migliore fra quelli pubblicati, sicuramente questo riesce a superarlo. Ancora una volta Sapkowski gioca con la narrazione, utilizzando e intrecciando continui flashback e inserendo molti punti di vista diversi.

Le tre linee narrative ormai assestate nel romanzo precedente, quella di Ciri, quella della compagnia di Geralt e quella Yennefer convergono finalmente e drammaticamente in quest’ultimo romanzo. Se da un lato continuano le peregrinazioni di Ciri, ora addirittura fra mondi diversi, dall’altro Geralt sembra trovare finalmente la pista giusta e si incammina definitivamente alla ricerca della sua protetta. Resta più debole la linea narrativa di Yennefer, anche perché la maga è bloccata, in quanto prigioniera di Vilgefortz.

Read more »

Pagine:12»